Italian English French German Portuguese Romanian Russian Spanish

logo

Guardare un film o controllare le mail prima di dormire? Potrebbe non essere una buona idea pensando alla qualità del nostro sonno. 

Articolo originale di Claudio Mochi pubblicato da Radio Bullets il 11 marzo 2016

In che modo la tecnologia interagisce con il nostro benessere?

In questa rubrica tratteremo questo argomento in più occasioni. Per ora avviamo le nostre considerazioni partendo da una questione piuttosto circoscritta: la relazione tra esposizione agli schermi e la qualità e la durata del nostro sonno.

Si stima che nella grande maggioranza delle famiglie anche nella zona notte dei bambini vi sia almeno un schermo, monitor, tablet, tv o telefonino.

 

Racconto di viaggio

Articolo originale di Isabella Cassina pubblicato su Radio Bullets il 21 giugno 2016

I fatti narrati corrispondono al vero, i dati sensibili sono stati omessi di proposito.

Siamo partiti per Haiti un anno dopo il terremoto del 12 gennaio 2010. Sono le 07.00 di una mattina d'estate. Siamo volontari che desiderano contribuire allo sviluppo di quel Paese lontano, sentirsi utili e competenti, fare un’esperienza diversa e forte da raccontare ad amici e parenti. Non lo diciamo ad alta voce ma, ognuno di noi, quando per un istante mette da parte l’umiltà, pensa di poter fare la differenza in quella che ritiene essere una realtà ingiusta e crudele.

Atterriamo a Santo Domingo e il giorno dopo alle 05.45 ripartiamo in direzione Port-au-Prince, la capitale. Dopo svariate ore di viaggio siamo al confine tra la Repubblica Dominicana e Haiti. Dentro l’autobus un freddo gelido, fuori un caldo infernale. Scendiamo per il controllo documenti e bagagli, qualcuno ci guarda con aria interrogativa e sospetta o forse solo assonnata. Dopo il confine c’è un mercato, una miriade di colori e di gente, uomini che riparano vecchie motociclette accanto a donne che vendono di tutto; sono sdraiate e assopite dal calore tra la merce che pare incustodita.

articolo originale di Ilaria Linetti pubblicato su Il Secolo XIX il 16 gennaio 2016

 

Claudio Mochi art therapy

Vi siete mai accorti di essere sempre in ritardo e di considerare il tempo un vostro nemico?  Lo psicologo Claudio Mochi ci spiega come gestire meglio il nostro tempo: dedicato a quelli che non sono cronicamente in ritardo con loro stessi e gli altri.

Articolo originale di Claudio Mochi pubblicato su Radio Bullets il 14 gennaio 2016.

 Per ascoltare la rubrica cliccate qui

Ho un’ora prima dell’appuntamento. Allora ho il tempo per portare a spasso il cane, ritirare gli abiti in lavanderia, passare dal mio amico per prendere il caffè, acquistare le paste, pagare un paio di bollette e lungo il tragitto fare almeno due telefonate.

Per alcuni di voi questi impegni possono risultare davvero troppi, altri invece hanno sicuramente pensato che in base al tempo a disposizione si potevano sbrigare un altro paio di faccende in più.

Il senso del tempo è qualcosa di assolutamente individuale, anche se per la maggior parte delle persone la differenza nella percezione del suo scorrere è minima. Per un numero più ristretto di individui, questa differenza è invece piuttosto consistente. Per alcuni di noi, infatti, il tempo scorre in modo significativamente più lento, per cui tra le varie implicazioni si immagina di avere più tempo a disposizione di quello che effettivamente si ha.

 Claudio Mochi in collegamento dalla Nigeria ci spiega l’importanza di pettinare le bambole, un gesto simbolico che plasma il mondo intorno a noi.

articolo originale pubblicato su Radio Bullets  il 3 novembre 2015

Stiamo pettinando le bambole. Ebbene sì a Ngugo come a Lugano, Roma e in altri luoghi del mondo dove lavoriamo, una parte importante centrale delle nostre attività include proprio pettinare le bambole.

Prendersi cura dell’acconciatura di una bambola è un atto simbolico. Agiamo infatti nei confronti di un pezzo di plastica con le fattezze di un bimbo proprio come fosse un bambino. Stabiliamo il significato che deve avere quell’oggetto e in questo modo plasmiamo il mondo intorno a noi.

Ma perché queste azioni simboliche dovrebbero essere importanti?

Sottocategorie

CHI SIAMO
COSA FACCIAMO
chi siamo
Il nostri professionali collaboratori altamente specializzati nelle loro materie e in continuo aggiornamento perchè la realtà è in continua evoluzione...

 

I NOSTRI
PROGETTI

progetti

INA PT-PSP è un’Associazione professionale riconosciuta che interviene in ambito della Cooperazione internazionale...

GIOCO
TERAPEUTICO
gioco terapeutico

I Principi Terapeutici del gioco applicati da figure provenienti dal settore educativo, sociale e sanitario-riabilitativo...

PLAY
THERAPY

play therapy

L'APT-USA definisce la Play Therapy come "il sistematico uso di un modello teorico per stabilire un processo interpersonale...

DEVELOPING
ENHANCING PLAY

develop

Promuovere il benessere dei bambini, lo sviluppo di abilità e la loro crescita ottimale con il Gioco...

INTERNATIONAL
INA
international ina
At the RSI Switzerland Italian Radiotelevision Ina's associates arouse public interest talking about play between parents and children...

DISAGI IN ETA' EVOLUTIVA

disturbi eta evolutiva2

COLLANA DI RACCONTI PER BAMBINI
Libro

GIOCO TERAPEUTICO E
BAMBINI MIGRANTI
gioco bambini migranti2

PILLOL-INE


La Casa Magica racconto psicoeducativo Cassina Isabella

MODULISTICA

  

Modulistica INA Play Therapy

IL DIARIO DI INA


diario INA Accademia Psicosociale

ARTICOLI ONLINE

 

Articoli Play Therapy psicologia salute bambini